domenica 8 febbraio 2009

Ci pigliano per i fondelli.





Posto questo simpatico articolo scovato in rete senza troppi commenti. Direi che non sono necessari. Questa è la nostra libera informazione:

"Che questo sia un inverno insolitamente piovoso e nevoso, In italia ma anche in europa e, in parte, in tutto l'emisfero Settentrionale, è un dato di fatto .


La maggior parte di noi non si ricorda di aver mai visto tanta neve sui monti ed anche con la pioggia non si è certo scherzato.

Inesorabilmente sono riemerse le solite bufale ben piazzate: al Polo Nord i ghiacci artici mai cosi estesi da trenta anni ( assolutamente falso ), il riscaldamento globale non esiste, se esiste non c'entriamo nulla, ci vuole un pò di ottimismo e comunque non ci possiamo permettere di perdere tempo dietro a inutili trattati sottoscritti da altri governi del nostro paese...

Insomma la solita storia.

Negare, procrastinare ed imbellettare, con contorno di inviti di andare a sciare per sostenere l'economia, invece di cogliere l'occasione della Grande Crisi per dare una sterzata profonda al nostro modo di produrre le cose, di muoverci, di lavorare, in una parola di vivere ( notare che ho volutamente omesso il verbo consumare e i termini consumi e consumismo).

Qualcuno, senza tema di ridicolo e fidando nella scarsa preparazione scientifica dei lettori, non si vergogna di presentare, a sostegno di improbabili teorie che propugnano il ritorno al grande freddo, dei grafici con dati fermi al 1997.

Qualcun altro, pur di provare a negare l'evidenza, prende in considerazione gli ultimi 5 anni ( tutti da record) e prova a dire che "il 2008 è l'anno più fresco a partire dal 2000" lanciandosi poi in conversazioni con geologi che parlano del clima delle ultime centinaia di milioni di anni e con astronomi che cercano di prevedere l'andamento dell'attività solare. Ci si arrampica sugli specchi, insomma, per dire che va tutto bene, Siora Marchesa. 

La realtà è ben diversa.

Non solo è stato, finora, un inverno insolitamente caldo, ma il Pianeta si sta scaldando a ritmi crescenti e con conseguenze sempre più evidenti.

Attualmente l'estensione dei ghiacci al Polo Nord è al minimo storico, leggermente sotto o comunque vicinissima al precedenti record, del 2007, notate bene, in barba a quello che avete letto sui giornali.

A livello mondiale la situazione è addirittura...IMPRESSIONANTE .

Il grafico linkato, parte di uno studio più ampio, esemplifica meglio di qualunque chiacchera ed a colpo d'occhio qual'è la realtà verso la quale stiamo precipitandoci a testa bassa.

Certo, è di una nota organizzazione catastrofista , antigovernativa e complottista, che notoriamente è piena di gente con la testa per aria...più correttamente lunatici, direi...  "



" http://crisis.blogosfere.it/2009/02/brrrr-che-caldo.html "

1 commento:

Vincenzo ha detto...

vedo che avete apprezzato crisis ;)